Tricologia. Perdita capelli, rinfoltimento e cure perdita capelli. Rimedi alla perdita dei capelli. Dottor Luigi Speziali, Risolve patologie legate alla Tricologia. Innesti chirurgici, trapianti capelli, rimedi alla calvizie, alopecie areate, cura caduta dei capelli

 

   Tricologia
Tricologia > TRE FASI: 1) Sezione clinico-diagnostica;
    2) Sezione di terapia medica
    3)Sezione di terapia chirurgica

1) Sezione clinico-diagnostica

A) Visita tricologica

-Esame obiettivo del cuoio capelluto per verificare la presenza di diradamenti, patologie infiammatorie, aree cicatriziali, forfora, tumori,etc..

-Anamnesi = valutazione della storia familiare, di patologie pregresse o in corso, dell’uso di farmaci, delle abitudini alimentari. Richiesta di esami di laboratorio o strumentali (se necessario).

-Foto, eseguite su tutto l’insieme del capo, da varie angolazioni

-Pull test = si fanno scorrere le dita fra i capelli delle varie regioni del capillizio e si tira dolcemente. E’ positivo se ad ogni passaggio rimangono piu’ di 5-6 capelli fra le dita.
Consente di porre una diagnosi di effluvium telogen, in caso di positività del test su tutto il capo o di confermare un’alopecia androgenetica , se positivo solo sulle aree parietali e sul vertex.

B) Esami strumentali

-Esame microscopico = consente di porre diagnosi di capelli spezzati (in genere da danni cosmetici,da malformazioni del fusto, da tricotillomania) o di tinea (infezione fungina).

-Wash test = consiste nella conta e nell’analisi qualitativa dei capelli caduti con il lavaggio e raccolti dal paziente, dopo aver lavato la testa in un lavabo (e’ ovviamente necessario porre una garza sullo scarico). Il paziente non deve aver lavato il capo da almeno 4-5 giorni.
Consente di :

> Quantificare la caduta, soprattutto nei casi di effluvio;

 


Sala Operatoria con macchinari per chirurgia estetica

> Differenziare talvolta tra effluvium telogen cronico ed alopecia androgenetica in alcune donne (quantificando la percentuale di capelli corti e sottili, cioè miniaturizzati, tipici dell’alopecia androgenetica);

> Monitorare nel tempo la calvizie.

-Tricogramma = si estraggono con una pinza emostatica , in due regioni del capo (quella parietale e quella occipitale) , da 50 a 70 capelli e si osservano al microscopio.
L’esame consente di effettuare la formula pilare, cioè il rapporto anagen/telogen, ma anche di valutare la qualità dei capelli e la percentuale di quelli miniaturizzati.

-Biopsia = é un piccolo intervento chirurgico, in anestesia locale, effettuato con bisturi circolari (punch) di 4-6 mm di diametro. Oltre a permettere la diagnosi in caso di alopecia cicatriziali (lichen, lupus, etc.) e di neoformazioni benigne e maligne, essa consente, in genere, di dirimere controversie in casi dubbi di alopecie androgenetiche, effluvi, alopecie areate, tricotillomania.

2) Terapia medica

-Prescrizione di terapia medica, per via sistemica (finasteride e altri  antiandrogeni, estroprogestinici, corticosteroidi, integratori di Vitamine ed elettroliti) e per via topica (cortisonici, ormoni, ditranolo).

-Veicolazione transdermica (senza aghi) di terapie farmacologiche (allopatiche o omeopatiche), attraverso l’idroelettroforesi, ( Vedi scheda ) in genere 1-2 volte alla settimana,  nelle alopecie, soprattutto androgenetiche.
Con questa metodica i principi attivi vengono veicolati verso i tessuti sottostanti utilizzando correnti a bassa frequenza, capaci di trasportare molecole senza effetti collaterali.
Questo dispositivo può essere utilizzato anche nella terapia della pefs ( “cellulite”) e di numerose affezioni dolorose dei distretti osteoarticolare e muscolotendineo (profondità d’azione fino a 10 cm).

-Puva terapia topica nella terapia dell’alopecia areata, con un interessamento del cuoio capelluto > del 50%.
Consiste nell’applicazione, sulle aree alopeciche, di uno psoralene (in genere l’8-metossipsoralene) in crema allo 0,1%-0,15% e nella successiva irradiazione con uva.
Vengono eseguite 2-3 sedute alla settimana, in giorni non consecutivi, mantenendo un lieve eritema cutaneo, e si procede fino ad una dose totale massima di uva (circa 500 j/cm2).
Si dichiara inefficace se dopo 30-40 sedute non si osserva alcuna ricrescita.
E’ controindicata nei bambini e nei fototipi chiari.

-Immunoterapia topica nell’alopecia areata con un interessamento del cuoio capelluto > al 50%.
Il paziente viene sensibilizzato ad un agente chimico di laboratorio, non mutageno, assente dall’ambiente naturale e lavorativo e non reattivo con altre sostanze.
In genere utilizzo il sadbe (dibutilestere dell’acido squarico).
Dopo 2-3 settimane inizia il trattamento, con sedute settimanali in ambulatorio per almeno 6 mesi fino ad un massimo di 3 anni.
Ad ogni seduta verrà somministrata la sostanza in forma liquida, sulle aree da trattare, con una concentrazione variabile a seconda delle reazioni della cute.
Nell’alopecia areata subtotale o totale si tratta per  circa 3 mesi
Metà dello scalpo; in caso di ricrescita pilare si tratterà anche l’altra metà.
Vengono esclusi i soggetti con un’età inferiore ai 12 anni e le donne gravide o che allattano.
Lo scopo della terapia e’ quello di indurre un lieve eritema (eczema da contatto). Probabilmente agisce attraverso due meccanismi:

-Competizione antigenica tra l’antigene introdotto artificialmente e quello sconosciuto causa della malattia, allo scopo di distrarre il sistema immunitario da quest’ ultimo.

-Aumento progressivo di linfociti T suppressor che interferiscono in maniera aspecifica nella reazione autoimmunitaria follicolare.
La percentuale di ricrescita pilare va dallo 0% al 70% con una media del 30%.
Sono possibili vari effetti collaterali, quali eczema, orticaria,linfoadenopatia regionale, febbre, cefalea.

3) Terapia chirurgica della calvizie (Trapianti di capelli)

Le tecniche tuttora utilizzate sulle forme stabili di alopecia androgenetica o cicatriziale sono sostanzialmente due:

Le due soluzioni non sono alternative ma piuttosto complementari e spesso i risultati migliori si ottengono abbinandole.

  Collegamenti
   
  >>Scalp Reduction
   
  >>Auto-Trapianto
trapianti capelli
 

  Contatti
Last Update : 23-04-2010.      

Credits: P&P Project